ENEA studia tecnologie wireless per ricaricare le auto elettriche
Ridurre l’impatto sulla rete e consentire la ricarica delle auto elettriche anche in contesti onerosi. L’ENEA pensa alle rinnovabili per la mobilità del futuro

(Rinnovabili.it) – Le batterie al litio delle auto elettriche devono durare di più e caricarsi più in fretta. È con questo imperativo che l’ENEA sta lavorando allo sviluppo di tecnologie innovative per arrivare a produrre batterie con maggiore capacità di accumulo, un più lungo ciclo di vita e idoneità alla ricarica rapida.

«Il miglioramento dell’efficienza nell’elettromobilità è uno dei filoni dell’accordo di programma sulla Ricerca di Sistema Elettrico con il Ministero dello Sviluppo Economico. In questo contesto gli studi ENEA si stanno concentrando su sistemi di accumulo e reti per la ricarica con uso di tecnologie wireless, cioè che non richiedono il collegamento diretto via cavo tra veicolo e stazione di ricarica – ha spiegato Antonino Genovese, ricercatore ENEA del Laboratorio ‘Sistemi e Tecnologie per la Mobilità e l’Accumulo’ – La nuova frontiera della ricerca è l’integrazione di più sorgenti elettriche, quali le rinnovabili o un accumulo stazionario, per ridurre l’impatto sulla rete elettrica di distribuzione e soddisfare l’esigenza di avere infrastrutture di ricarica anche in contesti potenzialmente onerosi e antieconomici». (Read more)