WWF: “Il vero piano di investimenti sta nella Natura”

La sola efficienza energetica potrebbe generare risorse economiche annuali equivalenti all’intero Piano di Investimenti Juncker per l’economia europea , ovvero, oltre 300 miliardi di euro.

E’ quanto dimostra il Rapporto reso noto oggi dal WWF dal titolo ‘From crisis to opportunity: five steps to sustainable european economies – Dalla crisi all’opportunità: Cinque passi verso economie Europee sostenibili’, lanciato in occasione dell’incontro che si sta tenendo a Bruxelles dei 28 Ministri delle Finanze europei per concordare un nuovo Fondo Europeo di Investimenti Strategici (EFSI) proposto dal Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker.

Il Rapporto del WWF dimostra come il sempre più crescente disastro ecologico stia superando per gravità le dimensioni attuali della crisi economica ed è in linea con le conclusioni principali dell’ampio rapporto sullo Stato dell’Ambiente, presentato la settimana scorsa dall’EEA (Agenzia Europea per l’Ambiente).

I danni provocati dalle alluvioni, come quelle che hanno colpito anche di recente il nostro paese, sono costate negli ultimi 10 anni più di 150 miliardi di euro, la ‘bolletta annuale’ dell’inquinamento dell’aria equivale invece a 537 miliardi di euro, mentre le industrie europee sono costrette a importare materie prime non più disponibili in Europa del valore di 300 miliardi di euro.

Sébastien Godinot, esperto di economia del WWF e autore principale del rapporto ha dichiarato: “Invece di perseguire il solito trend di crescita che “prima inquina poi pulisce”,il Presidente Juncker e i leader europei dovrebbero stare più attenti ai veri sintomi delle nostre economie malate: l’impoverimento delle risorse naturali e la mancata considerazione di questa straordinaria ricchezza da parte dei mercati. Il messaggio è molto semplice : nessuna economia può svilupparsi senza risorse naturali”. (Read More)