A Singapore cigni-robot controllano la qualità dell’acqua

(Source: e-gazette.it) I robot zoomorfi sono stati sviluppati dai ricercatori della National University of Singapore per monitorare la qualità dell’acqua del bacino della Pandan Reservoir.
Nelle acque del bacino della Pandan Reservoir di Singapore nuotano cigni che, ad un occhio attento, possono sembrare un po’ anomali rispetto ai classici animali dal lungo collo bianco: sono infatti cigni-robot sviluppati dai ricercatori della National University of Singapore per monitorare la qualità dell’acqua del bacino.

Un’alternativa più economica – I finti animali raccolgono informazioni su composti fisici e biologici dell’acqua dolce, tra cui il pH, quantità di ossigeno e clorofilla, indicatori comunemente utilizzati per verificare l’eventuale presenza di problemi. I ricercatori hanno iniziato a testare questi robot da poche settimane. Nel bacino di Singapore il monitoraggio viene effettuato prelevando campioni d’acqua dalle barche, un sistema che richiede tempo e manodopera. Secondo i ricercatori, i cigni-robot sono invece un’alternativa più economica e veloce, in grado di coprire aree più estese in meno tempo.

Informazioni in tempo reale – I dati raccolti vengono inviati wireless ad un cloud computing; i ricercatori li ricevono in tempo reale e possono quindi notare immediatamente eventuali anomalie nella qualità dell’acqua. I cigni-robot possono essere guidati a distanza, ma hanno anche un gps che permette loro di seguire una determinata rotta senza tornare due volte nelle aree dove già hanno prelevato campioni, a meno che non siano programmati per farlo. Infine, assicurano i ricercatori, questi robot non rischiano di rimanere in mezzo a laghi o stagni, perché le loro batterie si sono esaurite: ritornano infatti da soli alla stazione di partenza quando queste stanno per scaricarsi.