Raee, per gli acquisti online il ritiro 1 contro 1 vale solo in teoria

Un consumatore che acquista apparecchiature elettroniche per sostituire un bene equivalente, ha diritto di avvalersi della restituzione gratuita del vecchio prodotto, con un evidente beneficio ambientale (oltre che economico): è quanto stabilisce la normativa “uno contro uno” (D.Lgs. 49/2014), e vale anche per gli acquisti online. Solo che, alla prova dei fatti, gli operatori nel mercato acquisti online di apparecchiature elettriche ed elettroniche sono in netto ritardo: analizzando 150 siti di e-commerce (che rappresentano più del 70% del valore economico del settore), nel 90% si riscontra una lacuna informativa verso i clienti: la normativa Raee, e in particolare l’argomento 1 contro 1, risulta ancora poco diffusa e pubblicizzata.

L’81% dei siti analizzati non fornisce infatti informazioni sulla gestione 1 contro 1, nemmeno nelle pagine interne. Una volta avviato il processo degli acquisti online, il 45,3% non fornisce o esprime chiaramente l’informazione relativa alla possibilità di avvalersi del ritiro 1 contro 1. Solo il 6,7% offre con chiarezza e automatismo questa opportunità. Inoltre, solo nel 9,3% dei casi il ritiro 1 contro 1 non comporta oneri aggiuntivi (mentre nell’85,4% il servizio non è per niente presente).

È quanto emerge dalla ricerca presentata oggi a Milano da Netcomm e Remedia – tra i principali sistemi collettivi per la gestione dei Rae, i rifiuti elettronici – durante il workshop “E-commerce e il ritiro 1 contro 1 delle apparecchiature elettroniche. Rischio sanzionatorio o opportunità di business?”. (Read More)