I principali strumenti per migliorare la comunicazione fra cliente e fornitori
I vari approcci e il confronto per integrare in modo efficiente i fornitori

[Source: SCM Portal] Il tema della comunicazione con i fornitori può essere affrontato seguendo una logica incentrata sulla soddisfazione dei bisogni dell’azienda cliente oppure con un approccio basato su una filosofia di “collaborazione” tra tutti gli attori della catena di fornitura.

In entrambi i casi, la necessità di avere un sistema di comunicazione ottimale fa sì che sia indispensabile utilizzare uno strumento che permetta alle aziende di dialogare facilmente e velocemente con tutti i propri fornitori, di qualunque dimensione essi siano e ovunque nel mondo si trovino.

Negli ultimi anni, lo sviluppo tecnologico e la ricerca di una soluzione al problema della mancata integrazione con i fornitori hanno dato vita, anche nel mondo accademico, a diverse soluzioni.

LA TECNOLOGIA EDI
La tecnologia EDI (Electronic Data Interchange) consente di comunicare in modo automatico e di ridurre l’impiego di risorse dedicate ad attività a basso valore aggiunto. Presuppone che esistano accordi tra fornitori e cliente e comporta costi di gestione considerevoli.

IL PORTALE FORNITORI
Il portale fornitori (o web EDI) è largamente utilizzato dalle aziende che hanno la possibilità di “imporlo” ai propri fornitori per: conferma ordini, upload e download documenti, consultazione offerte, modifiche al portafoglio ordini, ecc.

LA MAIL (POSTA ELETTRONICA)
Il vantaggio è l’utilizzo di una tecnologia a larghissima diffusione e a costo zero per il fornitore e lo svantaggio è l’accesso limitato allo scambio con il fornitore e la difficile estrapolazione delle informazioni.

UN NUOVO STRUMENTO: LA IUNGOMAIL
Lo strumento ideale dovrebbe unire l’operatività di un portale alla facilità e diffusione della posta elettronica. Di fatto, questi due aspetti si ritrovano in un altro strumento che sta prendendo sempre più piede: la IUNGOmail.

Scarica il Whitepaper