Pannelli solari: quali sono le procedure per lo smaltimento?

Se dovete sostituire e smaltire i vostri vecchi pannelli solari sappiate che esistono delle specifiche procedure, ecco cosa prevedono. I pannelli solari sono in grado di trasformare l’energia solare in energia e calore da impiegare per molte altre attività. Diventate una delle soluzioni più apprezzate e diffuse nel settore delle fonti rinnovabili, i pannelli solari sono apprezzati dai consumatori anche per le notevoli possibilità di risparmio sulle utenze domestiche. Un vantaggio che può ampliare i suoi effetti se abbinato a delle offerte di luce e gas convenienti e in grado di soddisfare le proprie esigenze di fornitura. Come accade per tutti gli altri sistemi energetici, anche i pannelli solari sono soggetti al progressivo deterioramento. Sicuramente un attento uso e una manutenzione periodica potranno garantire una maggiore durata di questi sistemi, ma poi arriverà inesorabile il momento dello smaltimento e del riciclo. A tal proposito occorre sapere che il sistema di riciclo in Italia è regolarizzato dal nuovo decreto legge n.49/2014, che estende la normativa RAEE anche allo smaltimento dei pannelli fotovoltaici.

Pannelli solari: tutte le nuove procedure per lo smaltimento
Con l’acronimo RAEE si fa riferimento a tutti i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche per i quali sono previste delle particolari procedure di smaltimento e di riciclo dei materiali, che dovranno essere eseguite dagli stessi produttori e importatori. Nel caso dei panelli solari la normativa propone delle procedure diverse a seconda delle dimensioni dell’impianto. (Read More)