Nuovo Conto Termico 2016 

(Voltimum.it) – Il Ministero dello Sviluppo economico ha reso pubblico il testo del nuovo Conto Termico, che entrerà in vigore nei 90 giorni successivi alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Il decreto riguarda l’aggiornamento delle discipline per l’innovazione dei piccoli interventi di incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, e andrà a sostituire il DM 28 dicembre 2012.

Le novità più importanti per le Pubbliche Amministrazioni:

  • sono stati introdotti nuovi interventi agevolabili: trasformazione degli edifici in “edifici a energia quasi zero”, sostituzione di sistemi per l’illuminazione con dispositivi efficienti, installazione di tecnologie di building automation e termoregolazione/contabilizzazione del calore;
  • viene innalzata da 1 MW a 2 MW la taglia massima per pompe di calore elettriche, a gas, caldaie a biomassa e impianti solari termici;

Sia per i privati che per le Pubbliche Amministrazioni:

  • se l’incentivo a cui si ha diritto non supera i 5.000 euro, esso verrà corrisposto in un’unica rata;
  • viene eliminato l’obbligo di iscrizione ai registri per pompe di calore elettriche o a gas e caldaie a biomassa di potenza termica superiore a 500 kW;
  • il GSE redigerà una lista di prodotti prequalificati per i quali si potrà usufruire di una procedura semiautomatica; acquistando i prodotti presenti su questa lista l’operatore avrà diritto a compilare una domanda semplificata dove non sarà necessario indicare la descrizione dell’apparecchio. 


Il Decreto interministeriale è attualmente in attesa di pubblicazione. Entro i 60 giorni successivi alla sua entrata in vigore il GSE dovrà emanare le nuove regole applicative.