Caldaie: nuova etichetta energetica sul riscaldamento domestico

Dal 26 settembre, produttori, rivenditori e installatori hanno l’obbligo di esporre l’etichetta energetica su tutti i sistemi termici per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Grazie a questa etichetta, ogni consumatore potrà avere maggiori informazioni sull’efficienza e l’impatto ambientale dei prodotti e avrà quindi modo di orientarsi meglio tra le soluzioni offerte dal mercato.

Le etichette sono di 2 tipi una di prodotto, che riguarda i singoli componenti, e una di sistema o di pacchetto che riguarda l’impianto di riscaldamento e/o produzione di acqua calda nel suo insieme.

Della prima sono responsabili i produttori mentre della seconda è responsabile chi compone il pacchetto, quindi di solito l’installatore. Assolterm e Legambiente promuovono l’introduzione dell’etichetta energetica attraverso il progetto LabelPack A+, finanziato dalla Commissione Europea, e portato avanti in Italia e in altri paesi dell’Unione (Germania, Francia, Inghilterra, Austria, Portogallo). Il progetto si concentra in particolare sui sistemi di riscaldamento in cui al generatore di calore (caldaia, pompa di calore…) si aggiungono altri componenti che ne migliorano l’efficienza o che permettono di sfruttare energie rinnovabili, come il solare termico. (Read More)