Incentivi e detrazioni IRPEF, istruzioni Enea per l’Ecobonus

La proroga per l’intero 2015 delle detrazioni IRPEF su ristrutturazioni edilizie ed Ecobonus nelle attuali misure del 50% e 65%, prevista dalla Legge di Stabilità 2015, e l’attuazione delle direttive europee sull’efficienza energetica al 2020 previste di decreto legislativo 102/2014, con novità sulla riqualificazione degli edifici: sono le principali novità 2015 sul fronte dell’energia contenute nella Guida predisposta dall’Enea.

Detrazioni IRPEF, Ecobonus e ristrutturazioni
La Legge di Stabilità estende al 2015 le detrazioni IRPEF del 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il Bonus mobili, e del 65% per l’Ecobonus, che riguarda anche interventi di efficientamento energetico sulle parti comuni degli edifici condominiali. Per le ristrutturazioni edilizie il tetto massimo di spesa è pari a 96mila euro, prorogato anche il Bonus mobili, sempre al 50% su un limite di spesa di 10mila euro, con il vincolo che gli arredi devono essere destinati a un immobile oggetto di ristrutturazione agevolata.

Per quanto riguarda l’Ecobonus (al 65%), tetti invariati per riqualificazione energetica, 153.846 euro, interventi sull’involucro e installazione dei pannelli solari, 92.307,69 euro, e sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, 46.153 euro. Dal 2015 Ecobonus riconosciuto anche per le schermature solari (tende esterne, chiusure oscuranti, dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate) fino a un massimo di 60mila euro, e per impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (fino a 30mila euro). Resta infine la detrazione IRPEF al 65% per gli interventi antisismici e di messa in sicurezza statica. (Read More)